Allarme Xylella, insetticidi in azione da maggio

salviamogliulivi-puglia-Xylella-ulivi-m5s.png


Al peggio non c'è mai fine. Dopo l'abbattimento degli ulivi, in maggio verranno utilizzati anche potentissimi insetticidi nocivi alla salute e all'ambiente. E' un periodo nero per la Puglia, vittima innanzitutto dei suoi dirigenti che hanno sottovalutato il batterio Xylella e che, per salvar la faccia, stanno prendendo decisioni irrazionali e prive di fondamento scientifico.

Il piano del commissario straordinario per l'emergenza Xylella, Giuseppe Silletti, prevede l'uso di insetticidi. In una lettera inviata all'Efsa, l'autorità europea per la sicurezza alimentare, Silletti ha dichiarato apertamente che nel suo piano ci sono "azioni di controllo dei vettori che comprendono anche l'impiego su larga scala di insetticidi".

I tecnici dell'Efsa sono contrari. Nella loro lettera di risposta hanno scritto che: "l'uso intensivo di trattamenti insetticidi per limitare la trasmissione di malattie e controllare l'insetto vettore può avere conseguente dirette e indirette sull'ambiente modificando intere reti alimentari con effetti a cascata". In particolare, "i trattamenti insetticidi su larga scala rappresentano un RISCHIO PER LA SALUTE UMANA E ANIMALE"

Oggi i deputati europei eletti in Italia hanno incontrato il Presidente della Regione Puglia Niki Vendola, in visita a Bruxelles. La portavoce del M5S Rosa D'Amato ha partecipato all'incontro e ha chiesto a Vendola che fine avessero fatto i fondi europei (oltre 1 milione di euro) ottenuti già nel 2012 dalla Regione per studiare e monitorare il fenomeno.

Per Rosa D'Amato "il piano Silletti va fermato subito. Sia l'abbattimento di ulivi che l'uso di insetticidi sono misure gravissime prese senza alcun fondamento scientifico. Mancano, infatti, i test di patogenità, gli unici che possano dare la prova certa dell'origine della moria degli ulivi pugliesi. Come hanno ribadito diversi esperti, il batterio Xylella potrebbe essere solo una delle cause. Ma il governo continua a concentrarsi solo su questa, senza prove scientifiche in mano e senza alcun ritegno per la sorte degli agricoltori e dei cittadini pugliesi".

Ecco il link all'intervista che Rosa D'Amato ha rilasciato oggi a Bruxelles al giornalista de www.ilfattoquotidiano.it

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo