Solidarietà al popolo greco. #IamGREEK

referendumgrecia-grecia-tsipras-5stelleeuropa-m5s-beppegrillo.png


Contro l'oppressione dei popoli, contro la schiavitù del debito, ora e per sempre: #IamGREEK

L'Eurogruppo e la Troika hanno dimostrato quanto sia disumano questo modello d'Europa. Alla decisione del Governo sovrano greco d'indire un referendum, i grandi capi "solidali" di questa pseudo-Unione hanno risposto con una negazione della proroga degli aiuti alla Grecia e sulla scadenza da 1,5 miliardi al FMI. Una ripicca che di fatto manderebbe in default gli ellenici.

E' stata una mossa attuata facendo saltare il tavolo delle trattative. Una decisione che lascia un vuoto (economico e di giurisprudenza) tra il 30 giugno - data della scadenza - e il 5 luglio, quando si terrà il referendum. E pensare che Tsipras stava per firmare un accordo che nulla aveva a che vedere con la fine dell'austerità, andando contro quanto promesso in campagna elettorale. Ma per i falchi, in ogni caso, non era sufficiente.

Non nascondiamolo, non siamo un'Unione. Non lo siamo mai stati e probabilmente mai lo saremo. Per un debito siamo disposti ad abbandonare la madre dell'Europa al suo destino. A livello culturale potrebbe compiersi un cambiamento epocale nella storia della civiltà, maggiore ancora di quello economico. La Grecia che si allontana dall'Europa finirebbe nella sfera d'influenza russa e cinese. Gli interessi che stanno dietro alle mosse di Putin si conoscono, ne abbiamo parlato qui. Ma non è questo il punto.

Dobbiamo tutti fermarci e ragionare. Cosa siamo disposti a fare per il debito? L'Eurogruppo e la Troika hanno già risposto. La BCE, dal canto suo, ha deciso di mantenere l'ELA, concedendo alla Grecia altri 90 miliardi di Euro di liquidità d'emergenza. Tuttavia, Mario Draghi sa bene che non bastano per evitare il controllo di capitale (con conseguente chiusura delle banche) da parte del governo ellenico. Non pensi di lavarsi la coscienza come fece nel corso del recente dialogo monetario, quando la puzza di bruciato si sentiva da Bruxelles fino a Strasburgo.

Stiamo giocando col fuoco e con la vita. Quello che sta capitando in Grecia è un disastro umanitario. La mortalità dei bambini è a livelli spaventosi, la disoccupazione giovanile oltre il 57%, i suicidi continuano ad aumentare, è tornata addirittura la malaria a testimonianza dell'impossibilità di cure mediche adeguate. A livello economico sta succedendo quello che sarebbe dovuto succedere nel 2011. Ricordiamo come la speculazione finanziaria, in quel periodo, destituì governi eletti democraticamente con tecnici imposti, i quali non hanno migliorato la situazione malgrado le roboanti promesse fatte ai cittadini in cambio di "lacrime e sangue".

Gli euroburocrati, comunque andrà, avranno completamente fallito. Sarebbe bastato avere un po' di buon senso nel riconoscere la necessità di una vera solidarietà e di uno spazio fiscale per compensare gli squilibri dovuti all'introduzione dell'Euro in un'area valutaria non ottimale. Invece, in due anni, si è dovuti ricorrere all'introduzione di controlli di capitale e conseguente chiusura degli istituti di credito in due diversi paesi dell'Eurozona (Grecia, appunto, e Cipro).

La questione politica sulla Grecia ora è questa: come reagiranno gli elettori? Imputeranno la colpa al fallimento del governo greco o al ricatto messo in atto dalla Troika dei creditori? Noi possiamo solo manifestare la nostra solidarietà verso un popolo che sta subendo tutte le conseguenze di una modernità fatta di squilibri macroeconomici e di deleteri egoismi patriottici. Se anche tu vuoi mandare un messaggio ai cittadini greci unisciti a noi. Sia che prevalga l'austerità, sia che prevalga la libertà.

Contro l'oppressione dei popoli, contro la schiavitù del debito, ora e per sempre: #IamGREEK

Il discorso di Tsipras dopo gli avvenimenti di sabato e domenica (sottotitoli EN):


L'ultimo discorso di Manolis Glezos al Parlamento Europeo (sottotitoli ITA):

__________

+++AGGIORNAMENTO+++

Il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker inizia la campagna elettorale per convincere i greci a votare la permanenza nell'Euro, facendo leva principalmente sulla paura. Avesse usato la stessa durezza col suo Lussemburgo, oggi staremmo tutti meglio.

Qui potete scaricare il documento ufficiale con le proposte fatte alla Grecia.

__________

COSA STA SUCCEDENDO IN GRECIA? RESTA INFORMATO!
- VERSO IL REFERENDUM. IL DISCORSO DI TSIPRAS AI CITTADINI GRECI
- SCENE DI ORDINARIA IPOCRISIA. LA FOLLIA DI PD E FI CHE VOTANO L'AUSTERITA'
- QUELLO SULLA GRECIA È UN ACCANIMENTO TERAPEUTICO. #FUORIDALLEURO
- #GRECIA E #GUERRAFREDDA: STIAMO RISCHIANDO LA TERZA GUERRA MONDIALE
- IL RE È NUDO. MISTER #DRAGHI FA LO SCARICABARILE SUL CASO #GREXIT
- MONTI: "DOVEVANO CREDERE DI MANTENERE LA SOVRANITÀ". #FUORIDALLEURO
- #FUORIDALLEURO, IL MOMENTO DELLA VERITÀ SI AVVICINA

Domani parleremo di questo e di altro al Parlamento Europeo con Marco Zanni, Marco Valli ed altri economisti di fama internazionale.
Segui la diretta streaming sul nostro canale YouTube: EFDD Group


valli-zanni-euro.jpg

__________

grecia-numeri-crisi.JPG

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo