lex-parlamentoeuropeo-diccilatua-dariotamburrano.energia-rinnovabili.jpg

ACCEDI DA QUI A LEX, IL SISTEMA OPERATIVO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Lettera dalla A alla G. Colori dal verde al rosso. Abbiamo visto centinaia di volte l'attuale etichettatura energetica appiccicata su vari elettrodomestici.
etichetta-energetica.jpg
E cosa pensiamo ogni volta? Se c'è scritto "A" vuol dire che consuma poco. Falso.

L'impianto attuale con cui vengono assegnate le famigerate lettere (e i colori) è vecchio di vent'anni. Per effetto dei requisiti minimi di efficienza entrati nel frattempo in vigore, è vietata la produzione di lavatrici, frigoriferi e lavastoviglie di classe inferiore alla A+. Pensate a quanta confusione si è riusciti a generare. Ora il Movimento 5 Stelle ha la grande occasione, grazie al portavoce Dario Tamburrano, di mettere ordine a questo caos. Il rapporto della commissione ITRE (per le etichette dell'efficienza energetica degli elettrodomestici, conosciute anche come classi di consumo o classi di efficienza energetica) sarà a firma M5S.

Significa che anche voi (grazie alla piattaforma LEX) potrete proporre al Parlamento Europeo le modifiche legislative rispetto al nuovo regolamento proposto dalla Commissione Europea.

Non pensate che sia stato facile. Per ottenere questo report sono state sudate le proverbiali sette camicie, visto che i due più grandi gruppi del Parlamento Europeo (PPE e S&D) si sono messi di traverso. Hanno calpestato le regole, ma questa volta non l'hanno fatta franca. Le proteste, congiuntamente ai richiami tecnici del regolamento, sono state più forti del potere attribuito ai soliti noti. Quest'ultimi, dalla loro sporca poltrona, vi vedranno commentare e modificare una delle leggi più attese in campo energetico. Non fatevi scappare l'occasione di dare uno schiaffo ai lobbisti.

La proposta della Commissione Europea attualmente prevede:
- abolire i "+" e tornare ad usare solo le lettere dalla "A" alla "G";
- lasciare provvisoriamente vuota la parte alta della classifica, affinché i prossimi miglioramenti nell'efficienza energetica non riportino in scena i "+";
- conseguentemente, riscalare verso il basso la distribuzione delle lettere;
- creare una banca dati online sull'efficienza energetica dei prodotti.

Il problema fondamentale è che non si parla di credibilità del sistema. Guardiamo agli scandali di Volkswagen e anche a quello di Samsung: le etichette vengono assegnate tramite test di laboratorio che possono essere aggirabili e che in ogni caso non rispecchiano necessariamente il comportamento di un'apparecchiatura durante l'uso effettivo. Non dovrà mai più accadere.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo