Ultimatum all'Europa #BastaAffariTossici

INTERFERENTIENDOCRINO-m5s-5stelleeuropa-beppegrillo-m5s-veleno-parlamentoeuropeo.jpg


Grazie a una risoluzione firmata anche dal Movimento 5 Stelle il Parlamento europeo condanna la Commissione perché non tutela la salute dei cittadini e difende gli affari tossici delle multinazionali della chimica. È il caso degli interferenti endocrini, sostanze chimiche molto utilizzate per trattare la plastica, i cosmetici, l'acqua, i pesticidi e non solo.

Interferenti endocrini sono, per esempio, i biocidi, usati per disinfettare i dispositivi medici, l'acqua delle piscine, i gabinetti chimici. Si trovano anche nei liquidi per il bucato, candeggine, insetticidi, vernici, additivi disinfettanti. Queste sostanze alterano le funzioni del sistema endocrino e la regolazione ormonale provocando disturbi al comportamento e alla riproduzione. L'esposizione a sostanze che agiscono sul sistema endocrino durante le fasi critiche dello sviluppo (concepimento, gravidanza, prima infanzia, infanzia e pubertà) può aumentare la probabilità dell'insorgere di patologie di diversa gravità, sia a breve che a lungo termine. Può provocare il cancro e difetti congeniti nel feto.

La Commissione europea ha violato ben due regolamenti sui biocidi ed è stata condannata dalla Corte di giustizia del Lussemburgo, eppure continua a rinviare l'adozione degli atti delegati che disciplinano l'uso di queste sostanze. Manca la volontà politica di difendere la salute dei cittadini.

La risoluzione approvata dal Parlamento europeo è durissima: si parla di "chiaro, preciso e incondizionato obbligo" ad agire "prima dell'estate". "Si condanna la Commissione non solo per aver fallito a ottemperare ai suoi obblighi nell'adottare gli atti delegati, ma anche per non aver rispettato i suoi obblighi definiti nei Trattati stessi". Insomma una bocciatura senza appello per la Commissione europea. Ma con questo atteggiamento dilatorio e inerte chi stanno tutelando i burocrati di Bruxelles?

L'industria della chimica trae enormi benefici dal commercio di queste sostanze. Come denunciato da Corporate Europe Observatory in una rapporto pubblicato nel maggio 2015 "la lobby dell'industria chimica era furiosa sul possibile divieto di alcuni interferenti endocrini. I principali gruppi di pressione coinvolti erano le lobby chimiche e dei pesticidi (CEFIC - European Chemical Industry Council e ECPA - European Crop Protection Association), e le multinazionali in prima linea erano BASF e Bayer. Ma hanno trovato alleati in diversi Stati membri, in seno alla Commissione europea e al Parlamento europeo".

Twitta anche tu #BastaAffariTossici. FACCIAMO PRESSIONI SULLA COMMISSIONE EUROPEA AFFINCHÉ TUTELI LA SALUTE DEI CITTADINI!


VIDEO. Solo il Movimento 5 Stelle difende la salute dei cittadini. Piernicola Pedicini ha raccolto le firme di un decimo dei deputati del Parlamento europeo e ha presentato una mozione di censura alla Commissione europea. Ecco la sua denuncia:

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo