Il Pd è il #PartitoDelloSmog

smog-pd-parlamentoeuropeo-inquinamentoaria-m5s-5stelleeuropa-beppegrillo.png


Il Pd non si smentisce mai
e anche questa volta difende gli amici degli amici: petrolieri e lobby degli inceneritori. Gli europarlamentari del Pd della Commissione Ambiente del Parlamento europeo hanno, infatti, cambiato posizione votando con chi non vuole combattere l'inquinamento. La nuova direttiva sulla qualità dell'aria, votata oggi dopo un lungo e difficile compromesso con il Consiglio europeo, vuole ridurre del 49,6% le morti premature a causa dello smog e non del 52% come invece era stato deciso pochi mesi fa. 

Il Movimento 5 Stelle ha votato contro questo accordo perché dietro poche percentuali di riduzione delle sostanze inquinanti ci sono i numeri di migliaia di vite umane che possono essere salvate. Con il loro voto gli europarlamentari del Pd hanno autorizzato libertà di uccidere 10mila persone in più all'anno.

IL METANO ESCLUSO DA LISTA INQUINANTI

La nuova direttiva stabilisce i limiti nazionali per le emissioni di cinque inquinanti e non sei come in precedenza votato (è stato escluso il metano): biossido di zolfo, ossidi di azoto, composti organici volatili non metanici, ammoniaca e particolato fine. Il metano è stato escluso dalla lista gas inquinanti anche se è 21 volte più dannoso per l'ambiente dell'anidride carbonica. Le emissioni di metano sono prodotte da discariche, miniere di carbone, allevamento intensivo, estrazione dei combustibili fossili e riscaldamento delle biomasse. Ecco chi è stato tutelato con questo voto vergognoso!

LIMITI NON VINCOLANTI FINO AL 2025

I limiti nazionali di emissione per ciascun inquinante dal 2020 al 2029 non sono cambiati. Con questo accordo sono state concordate nuove riduzioni più severe a partire dal 2030. Secondo i dati forniti da EEB anche dal 2030 lo smog causerà la morte di 250.000 europei l'anno. Gli Stati membri avranno, tuttavia, un certo margine di flessibilità nel rispetto dei limiti, qualora si verifichino determinate circostanze: se, ad esempio, un inverno eccezionalmente freddo o un'estate secca impediscono a uno Stato membro di adempiere al proprio impegno, questo ha la possibilità di compensare le emissioni annuali con quelle dell'anno precedente e successivo manipolando di fatto l'inventario delle emissioni. Questi giochetti vengono fatti sulla salute dei cittadini!

LE RESPONSABILITÀ DI GALLETTI

L'Italia, assieme alla maggioranza di 24 Paesi membri, ha proposto di abbassare i nuovi limiti nazionali delle emissioni inquinanti dal 2030, indebolendo la lotta a gas mortali. Le responsabilità dunque vanno trovate anche a monte, a Roma, dove governa Renzi e il suo Ministro Galletti. Il Movimento 5 Stelle invece combatte in tutte le Istituzioni affinché nessun cittadino debba mai essere costretto a vivere indossando una mascherina per salvare la propria vita.

CHI HA VOTATO QUESTA VERGOGNA?

Hanno votato a favore di questo compromesso gli eurodeputati italiani Elisabetta Gardini e Giovanni La Via del PPE e Simona Bonafè, Nicola Caputo, Massimo Paolucci e Damiano Zoffoli del S&D. Questi ultimi quattro deputati del Pd con il loro voto decisivo hanno sconfessato un loro voto del 2015 con il quale erano stati stabiliti limiti alle emissioni inquinanti molto più ambiziosi e vincolanti. I cittadini adesso sanno chi ringraziare quando si verificherà in Italia la prossima emergenza smog! Al momento del voto i portavoce Piernicola Pedicini, Marco Affronte ed Eleonora Evi hanno indossato una mascherina. Il Movimento 5 Stelle combatte in tutte le Istituzioni affinché nessun cittadino debba mai essere costretto a vivere indossando una mascherina per salvare la propria vita.


VIDEO. I portavoce al Parlamento europeo hanno votato questa schifezza di compromesso sulle emissioni inquinanti con la mascherina. Guarda il video

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo