2.000 sindaci europei firmano manifesto #NoCeta

ceta-ttip-sindacim5s-beppegrillo-parlamentoeuropeo.png


di Tiziana Beghin
, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa

Un'altra Europa è possibile. Ringraziamo i deputati del Parlamento della Vallonia che con il loro veto hanno fermato la ratifica del CETA. Le lobby possono essere fermate se c'è la volontà. Il Movimento 5 Stelle sta dalla parte dei 2.000 sindaci europei che, in rappresentanza dei loro cittadini, hanno sottoscritto oggi a Bruxelles una dichiarazione del summit dei cittadini sul CETA. La firma finale di Jean Claude Juncker e Justin Trudeau sull'accordo di libero scambio fra Europa e Canada dovrebbe arrivare il prossimo 27 ottobre, ma il voto del Parlamento vallone e la pressione di cittadini e sindaci stanno facendo saltare i piani dei burocrati europei.

VIDEO. Una firma per dire #NoCeta




Hanno firmato a Bruxelles il manifesto No CETA
i sindaci 5 Stelle:
Maria Concetta Di Pietro, sindaco di Augusta
Viviana Verri, sindaco di Pisticci
Roberto Ascani, sindaco di Castelfidardo
Gabriele Bonci Barberi, sindaco di Fossombrone
Raimondo Innamorato, sindaco di Noicattaro
Vito Parisi, sindaco di Ginosa
Roberto Falcone, sindaco di Venaria Reale


VIDEO. Tiziana Beghin e i sindaci a 5 Stelle, insieme, a Bruxelles lottano per trattati internazionali che siano a misura delle piccole e medie imprese e che portino diritti ai cittadini.




di Tiziana Beghin

"Il CETA è un trattato più insidioso e pericoloso del TTIP. Vi spiego il perché:

1) dà troppo potere alle multinazionali, mentre la voce di cittadini e PMI non viene ascoltata.

2) non porterà nessun beneficio alla crescita economica, visto che promette di far aumentare il PIL dello 0,01% all'anno.

3) la trasparenza dei negoziati è stata ancora più bassa di quella del TTIP.

4) permette alle multinazionali di fare causa agli Stati contro ogni legge che riduca i loro profitti. Queste cause non si svolgeranno davanti ai giudici, ma davanti a una corte sovranazionale.

5) svenderà i servizi pubblici e renderà irreversibili le privatizzazioni. Ospedali privati, acqua privata e scuole private si espanderanno sempre di più fino a diventare la norma. Il concetto di accesso universale sparirà per sempre.

6) il Canada è il terzo produttore mondiale di OGM e il CETA faciliterà l'approvazione di più OGM in Europa, aumentando le pressioni delle multinazionali sui governi.

7) saremo invasi da 130.000 tonnellate di carne canadese trattata con ormoni.

Il governo italiano è complice di questo imbroglio. Lo dimostra una lettera del Ministro Calenda che ha chiesto di bypassare il voto dei Parlamenti nazionali dei 28 Paesi membri. La stampa e i media stanno facendo di tutto per nascondere questo regalo alle multinazionali. Solo la mobilitazione dei cittadini può fermare il CETA"!

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo