Sfatiamo il mito della crescita illimitata #Cop21

crescita_illimitata_m5s.jpg


Il pianeta non si salva così.
Il Parlamento europeo ha ratificato l'accordo sul clima di Parigi durante una cerimonia solenne alla presenza del segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon. Per il Movimento 5 Stelle Cop21 è un punto di partenza per affrontare e cercare di risolvere i problemi legati ai cambiamenti climatici, non certo un punto di arrivo. Abbiamo dubbi sulla gestione delle emissioni di CO2 che avverrà attraverso strumenti finanziari, siamo delusi che siano state escluse dalla trattativa le emissioni inquinanti degli aerei e delle navi, non capiamo perché il capitolo dell'agricoltura sia stato escluso dai negoziati considerato che il business delle multinazionali del cibo sta provocando disastri. Tuttavia, è importante che i grandi della terra abbiano trovato un compromesso ammettendo di fatto che c'è un'emergenza climatica. È positivo, inoltre, che ci sia stato un meccanismo di revisione quinquennale dei piani statali.

Il Movimento 5 Stelle era presente a Parigi con Marco Affronte e sarà presente a Marrakesh, quando si terrà Cop22, la nuova Conferenza dell'Onu sui cambiamenti climatici. Ecco le proposte che porteremo in Marocco:

- azzerare i sussidi all'industria petrolifera.

- potenziare i fondi europei (Life, Cosme e Horizon 2020) per la tutela della biodiversità e degli ecosistemi.

- affermare le pratiche agricole biologiche e quelle del riciclo e del riuso nella gestione dei rifiuti.

- scommettere davvero sulle energie rinnovabili.

- sostenere gli sforzi dei Paesi in via di sviluppo per costruire ricchezza senza inquinamento.


VIDEO. Ecco l'intervento in plenaria di Piernicola Pedicini durante il dibattuto sulla ratifica dell'accordo di Parigi da parte del Parlamento europeo.




di Piernicola Pedicini, Movimento 5 Stelle Europa.

"Per il Movimento 5 Stelle la ratifica da parte dell'Unione Europea dell'accordo Cop21 di Parigi è un atto dovuto, cruciale e necessario. Purtroppo crediamo che non basterà! Questo è solo un primo passo che ci deve costringere a non mollare la presa, un primo passo che ci deve spingere ad attuare nuove azioni concrete, per affrontare la più importante tra tutte le sfide da qui ai prossimi decenni.

E voglio ripetere, per questo, le parole di Christiana Figueres: "Se non attueremo un cambiamento radicale nei prossimi cinque anni, avremo un livello di sofferenza umana inaccettabile a causa della povertà." E allora dobbiamo avere il coraggio di abbandonare un modello basato su un'assurda crescita illimitata, avendo a disposizione risorse limitate! Il coraggio di sostituire la parola crescita con la parola equilibrio.

Permettetemi di citare mio figlio di 9 anni che ha detto: papà, ma se cresciamo per sempre, dove andremo a sbattere con la testa? Ecco, forse basterebbe soltanto quello. Forse basterebbe soltanto guardare il mondo con gli occhi di un bambino, perché è a loro che lo lasceremo in eredità!"





Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo