quartarivoluzioneindustriale-m5s-5stelleeuropa-parlamentoeuropeo-beppegrillo-robot-robotica.png


Le conseguenze della Quarta rivoluzione industriale sul mondo del lavoro potrebbero essere disastrose. Secondo uno studio dell'ONU, presentato durante l'ultima Conferenza su Commercio e Sviluppo (UNCTAD), l'intelligenza artificiale farà sparire il 66% del lavoro umano. Per il Movimento 5 Stelle l'innovazione tecnologica deve essere messa a disposizione di tutti. Nessun cittadino deve restare indietro! Come dice Beppe Grillo: "ci aspetta un futuro dove il mercato non potrà più ricattare nessuno perché al centro si sarà l'individuo che attraverso un reddito di cittadinanza o universale potrà scegliersi il lavoro che ama e non il contrario". Se governata bene e con saggezza, la #QuartaRivoluzioneIndustriale è un'opportunità perché ci regalerà il reddito di cittadinanza.

Che cosa è davvero la quarta rivoluzione industriale? Il gruppo Efdd - Movimento 5 Stelle Europa - attraverso interviste, storie, inchieste e approfondimenti tematici - sta raccontando questo cambiamento irreversibile. Oggi, dopo aver mostrato la stampante 3D che cura i malati, raccontiamo Watson, il primo sistema di intelligenza artificiale al mondo.

VIDEO. Intervista a Fabio Renzi, Direttore tecnologia e innovazione IBM Italia.

"Watson è il sistema di intelligenza artificiale di IBM che abbiamo creato per aiutare l'uomo a prendere decisioni migliori. È una rivoluzione nell'ambito del computing perché si lavora su tre macroaree: il computer riconosce il linguaggio naturale sia nei testi che nelle immagini, il computer autoapprende e questa è una grande novità rispetto ai linguaggi tradizionali e, infine, il computer è il sistema di supporto alle decisioni umane. Per quanto riguarda il mondo della sanità, Watson è uno strumento a supporto della diagnosi, di migliori terapie e di una migliore refertazione medica. Ci sono numerosi settori con i quali si può lavorare. Abbiamo iniziato con l'oncologia ma ce ne sono altri, attualmente, sotto analisi per l'applicazione.

L'Italia ha sicuramente delle enormi capacità intellettuali ma nell'area della tecnologia e dell'intelligenza artificiale ha degli ampi spazi di lavoro. Applicandoli sia nel settore pubblico che privato ci possono essere dei risparmi anche dal punto di vista economico e per una maggiore qualità dal punto di vista sanitario. L'intelligenza artificiale può portare, quindi, miglior qualità del servizio e migliore efficenza nell'erogazione dello stesso.

Tutta la robotica sta aiutando a fare maggiore efficienza e rende più sostenibile il nostro sistema sanitario che è già uno dei migliori al mondo. Le principali aree di applicazione sono la diagnostica, la terapeutica, l'eldercare e cioè l'assistenza agli anziani ma anche ai bambini e ai pazienti adulti. Questo collegamento è molto interessante e va approfondito".


Leggi l'intervista a Giuseppe Banfi, direttore scientifico IRCCS Galeazzi di Milano sulla stampante 3D che cura i malati.

Seguiteci sui social network usando l'hashtag #QuartaRivoluzioneIndustriale. Aiutateci a cambiare l'Italia. Non perdiamo questa storica occasione di rilancio del nostro Paese.




Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo