Il Movimento 5 Stelle sostiene la #QuartaRivoluzioneIndustriale

m5s-parlamentoeuropeo-beppegrillo-robot-robotica-industria-futuro.png


Inizia oggi un approfondimento tematico, a puntate, sulla quarta rivoluzione industriale. L'intelligenza artificiale sta cambiando l'economia, la società e per certi versi anche l'identità stessa dell'uomo. Questa rivoluzione apre le porte a un nuovo mondo basato sulla virtualizzazione e l'interconnessione di dispositivi intelligenti. Il Movimento 5 Stelle vuole governare questo fenomeno che è irreversibile. Non si può fermare! Occorre strategia e visione politica. Se oggi la politica rinnega questo fenomeno rischia di regalare il futuro della nostra società a multinazionali pronte a sfruttare la tecnologia, non per ridistribuire ricchezza e benessere, ma per moltiplicare i loro affari. Per il Movimento 5 Stelle l'innovazione tecnologica deve essere messa a disposizione di tutti. Nessun cittadino deve restare indietro!

Che cosa è davvero la quarta rivoluzione industriale? Nelle prossime settimane pubblicheremo interviste, racconteremo storie, realizzeremo inchieste e approfondimenti tematici per toccare con mano il futuro. Iniziamo oggi raccontando come sta cambiando il mondo della sanità. Seguiteci sui social network usando l'hashtag #QuartaRivoluzioneIndustriale. Aiutateci a cambiare l'Italia. Non perdiamo questa storica occasione di rilancio del nostro Paese.


LA QUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE NELLA SANITÀ

VIDEO. L'intelligenza artificiale vive già negli ospedali italiani. Al Galeazzi di Milano la usano per curare le patologie delle ossa: una stampante 3D cura i malati. Ascolta e condividi l'intervista a Giuseppe Banfi, direttore scientifico IRCCS Galeazzi di Milano.




di Giuseppe Banfi, direttore scientifico IRCCS Galeazzi di Milano.

"La stampante 3D - usata oggi nell'industria orologiera, automobilistica e in tanti altri settori manifatturieri - adesso è entrata anche nel mondo della sanità. Nel breve futuro, la stampante 3D potrà essere utilizzata per produrre dei materiali da impiantare nell'organismo del paziente. Nell'ambito della patologia ossea questa realtà è abbastanza vicina: si effettuano delle operazioni chirurgiche in cui si sostituisce un frammento di osso, il che equivale a introdurre un frammento di materiale non osseo per curare una zona che ha avuto una perdita ossea. Questo tipo di operazione nell'ambito tumorale è molto frequente perché, laddove ci sono delle metastasi di tumori che vanno a colpire l'osso, come per esempio il tumore della mammella, si verifica l'erosione dell'osso. Nostro compito è cambiare il sostituto di osso per ridare la forma all'osso stesso o alla vertebra colpita dalla metastasi.

Un'altra applicazione molto importante della stampante 3D è quella di produrre dei microchip, delle strutture molto piccole in cui far crescere le cellule. L'obiettivo è quello di sostituire quello che succede nell'organismo per far crescere delle cellule in laboratorio. Quando queste si sono organizzate e hanno creato un tessuto autonomo lo prendiamo e lo portiamo all'interno del paziente.

In Italia sicuramente abbiamo bisogno di valorizzare la nostra industria e la nostra attività scientifica, altrimenti veniamo invasi da tutto quello che arriva dagli altri Paesi come gli Stati Uniti o addirittura la Cina. Questo è il ruolo che dovrebbe essere svolto dalla politica: valorizzare quello che viene prodotto in Italia. Si parla molto del cosiddetto trasferimento tecnologico: le nostre invenzioni, i nostri brevetti devono diventare qualcosa di industriale, devono diventare un prodotto. Non ho nulla contro le multinazionali, che sono parte di questo mercato, ma nell'ambito del mercato italiano abbiamo delle piccole e medie imprese fortemente innovative e il mondo scientifico. Mettere insieme questi due mondi per il nostro Paese sarebbe rivoluzionario".

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo