L'ultimo dispetto di Renzi agli italiani: #PiùRoamingPerTutti

ROAMING-costoroaming-risultatirenzi-erenditarenzi-m5s-5stelleeuropa-parlamentoeuropeo.png


L'ultimo regalo di Renzi agli italiani si chiama #PiùRoamingPerTutti. Il governo italiano ha sostenuto la proposta del Consiglio dell'Unione europea di più che raddoppiare le tariffe di roaming all'ingrosso portandole da 4 euro - come deciso dal Parlamento europeo grazie a un emendamento di David Borrelli e Dario Tamburrano - a 10 euro per gigabyte. Renzi distrugge quello che il Movimento 5 Stelle costruisce.

Dal 15 giugno 2017 telefonare in tutta Europa non sarà a costo zero come volevano farci credere. Ricordate i tweet entusiasti degli esponenti del Pd che osannavano all'addio roaming? Non è vero niente. Anche per colpa del governo Renzi nasce il roaming indiretto che pagheranno tutti i cittadini, non solo chi viaggia ma spieghiamo bene come sono andate le cose. Per salvare gli affari delle grandi compagnie telefoniche, la Commissione europea ha messo a punto un complicato stratagemma che salva i mancati profitti del vecchio roaming. Quanto ci costa? La Commissione europea ha proposto 8,5 euro per gigabyte.

Grazie a un emendamento del Movimento 5 Stelle, il Parlamento europeo dimezza questa tariffa di roaming all'ingrosso: da 8,5 euro si passa a 4 euro. Il limite scende di anno in anno fino ad arrivare a 1 euro nel 2021. Purtroppo però in Europa le decisioni più importanti non le prendono i rappresentai dei cittadini, ma sono frutto di un compromesso fra le tre diverse Istituzioni: la Commissione, il Parlamento e il Consiglio che rappresenta tutti gli Stati membri. La posizione del Consiglio dell'Unione europea è stata presa in un incontro che si è tenuto a Bruxelles lo scorso 2 dicembre, due giorni prima del referendum costituzionale. A rappresentare il governo italiano prende la parola il Rappresentante Permanente presso il Coreper Giovanni Pugliese che dice: "il compromesso raggiunto è giusto". Giusto per chi? Per le compagnie telefoniche, non certo per i cittadini.

VIDEO. Come vota il governo Renzi sul roaming? 10 euro per gigabyte. Sentite quale è la posizione italiana in questo video:




Ricapitoliamo. Cambia il roaming. La Commissione europea propone una tariffa all'ingrosso di 8,5 euro per gigabyte. Il Movimento 5 Stelle mette una pezza e trascina il Parlamento europeo a votare un dimezzamento del prezzo (4 euro), il Consiglio dell'Unione europea spalleggiato da Renzi propone 10 euro. Mercoledì 14 febbraio a Strasburgo inizierà il trilogo fra queste tre Istituzioni. Vi faremo sapere come andrà a finire. #IoVoglioVotare

TABELLA. La posizione delle tre Istituzioni sulle tariffe di roaming all'ingrosso. (dati relativi a 1 gigabyte)

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo