mercurio-dentista-m5s.jpg


di Piernicola Pedicini e Dario Tamburrano, EFDD - M5S Europa

Il mercurio è una delle dieci sostanze più inquinanti al mondo. La Commissione ENVI del Parlamento europeo, grazie al lavoro del Movimento 5 Stelle, aveva deciso di eliminare definitivamente il mercurio in odontoiatria entro il 2022 e di installare separatori di amalgama per impedire allo stesso di finire nell'ambiente. Nonostante l'ampia maggioranza (55 voti a favore, 9 contro e 1 astensione), martedì scorso, a seguito dell'inaudito voltafaccia dei Socialisti e dei Verdi - che si sono alleati ancora una volta con il Partito Popolare e il Gruppo Liberale -, la posizione espressa dal Parlamento è stata completamente stravolta su tutto il pacchetto ed in particolare sull'uso dell'amalgama dentale in odontoiatria. Un perfetto esempio di superficialità e ambiguità, che di fatto delude le aspettative di quanti pensavano che avere un danno enorme alla salute e all'ambiente, provocato da un potenziale di 75 tonnellate l'anno di mercurio utilizzato per le otturazioni, equivalenti al 24% del totale utilizzo nella UE, avrebbe significato varare un accordo più serio e responsabile.

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE
Ci auguriamo che nelle prossime ore vengano fatte nuove riflessioni e si ritorni alla proposta della Commissione ENVI. Questa speranza è rafforzata dai tanti firmatari della petizione www.change.org, che vogliono far pesare direttamente sul Consiglio europeo la loro opinione di liberi cittadini chiedendo d'inserire nella nuova proposta i miglioramenti di cui abbiamo parlato. Tutto ciò dovrà essere fatto da oggi alla data prevista per la prossima Conferenza delle Parti della Convenzione di Minamata che, sotto l'egida delle Nazione Unite, affronta proprio il tema del ciclo di vita del mercurio e evidenzia che questa sostanza rappresenta un problema sanitario molto diffuso e potrebbe avere effetti tossici sul sistema nervoso e immunitario, sull'apparato digerente, sui polmoni, sui reni, sulla pelle. Ed è stato riconosciuto come un pericolo ambientale riconducibile all'Alzheimer, alla sclerosi multipla e ai danni renali e cerebrali.

IL MOVIMENTO 5 STELLE NON SI ARRENDE
L'accordo raggiunto a livello europeo per l'eliminazione del mercurio dall'ambiente è quindi assolutamente insoddisfacente. Per questo motivo il Movimento 5 Stelle voterà contro la conclusione dell'intesa raggiunta nella notte tra il 6 e 7 dicembre tra il Consiglio europeo, rappresentato dalla presidenza slovacca, e il Parlamento comunitario, rappresentato da una squadra negoziale con a capo il tedesco Stephan Eck (della GUE). Considerato quanto è avvenuto non intendiamo di certo arrenderci. L'accordo può essere migliorato a partire dal prossimo gennaio, quando si insedierà la presidenza maltese. Ora, secondo la nuova proposta, i dentisti europei potranno continuare ad usare il mercurio per le otturazioni e, solo nel 2020, la Commissione europea riesaminerà la fattibilità dell'eliminazione del mercurio per gli interventi in odontoiatria, preferibilmente entro il 2030.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo