In Europa #MaiPiùSenzaRappresentanza

parlamento-europeo-beppe-grillo-m5s-2.jpeg


Sono ore febbrili al Parlamento europeo. Dopo l'elezione del nuovo presidente Antonio Tajani, tra oggi e mercoledì saranno rinnovate tutte le cariche nelle commissioni parlamentari. Il Movimento 5 Stelle, al suo insediamento a Bruxelles, fu estromesso da qualsiasi ruolo e in barba a qualsiasi forma di democrazia. Quando ancora nessuno ci conosceva tra i palazzi europei, la grande "coalizione" costituita tra i popolari del PPE (che con Tajani ha anche ottenuto lo scranno più ambito) e i socialisti dell'S&D ha deciso di escludere da ogni carica da presidente o vicepresidente delle commissioni parlamentari tutti gli eurodeputati del Gruppo EFDD. Al Movimento 5 Stelle sarebbero spettate queste cariche secondo la distribuzione dei seggi per il "Metodo D'Hondt", un "gentlemen agreement" che mai era stato violato perché garantisce che ogni gruppo politico abbia almeno una presidenza o vicepresidenza nelle commissioni, per garantire l'inclusione democratica e la tutela delle minoranze. Fu un atto grave, tanto che il metodo di assegnazione venne soprannominato "Metodo Don't", ovvero negazione di qualsiasi forma di voce per i gruppi politici più piccoli del Parlamento europeo.

Se due anni e mezzo fa questi signori potevano addurre qualche imbarazzante e patetica scusa, ora saranno costretti ad ascoltarci. Perché se sbagliare è umano, perseverare in una simile presa di posizione risulterebbe diabolico, il Movimento 5 Stelle rappresenta la principale forza politica di uno dei Paesi fondatori dell'Europa. Non possono ignorarci. Chi ancora vuole farlo ignorando il "Metodo D'Hondt" dimostrerà la sua volontà di soffocare ogni forma di voce fuori dal coro, ogni parere dissonante in nome di un equilibrio di potere che tutela solo se stesso. Staremo a vedere come andrà a finire e vi terremo aggiornati, restiamo fiduciosi.

Nel frattempo potete far sentire la vostra voce twittando #MAIPIÙSENZARAPPRESENTANZA. In nome di tutti quei milioni di cittadini che non vogliono più essere silenziati, ma rappresentati. Se l'Europa davvero vuole cambiare ne tenga conto e la smetta di rappresentare solo ed esclusivamente lo status quo. La smetta di fare gli interessi di quei pochi che la stanno facendo affondare.

Eccovi il calendario delle discussioni con le relative commissioni parlamentari:
presidenza-commissioni-discussioni-2.png

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo