Laura Ferrara eletta vicepresidente della commissione Juri

ferraralaura-vicepresidenzajury-parlamentoeuropeo-commissionejuri-m5s-5stelleeuropa-beppegrillo.png


La perseveranza e il lavoro pagano, sempre. La portavoce del Movimento 5 Stelle Laura Ferrara è stata eletta all'unanimità vicepresidente della commissione parlamentare europea Juri (giuridica). Laura Ferrara era già membro titolare della commissione e nel corso di due anni e mezzo aveva portato avanti importanti battaglie, in particolare per far riconoscere a livello europeo il reato di "criminalità organizzata". Se in Europa si parla di "arrestare la diffusione delle organizzazioni criminali nel Continente" lo si deve oggi al Movimento 5 Stelle.

Ecco perché il 24 gennaio 2017 è un giorno doppiamente storico. Dopo la beffa del 2014 con la violazione del metodo D'Hondt (che ha estromesso l'M5S da ogni carica nelle commissioni parlamentari europee) arriva finalmente il primo importante riconoscimento a livello internazionale. Il Movimento 5 Stelle non ha comunque intenzione di fermarsi: continueremo a lavorare per rendere l'Europa più equa e solidale, affinché i diritti di tutti i cittadini siano degnamente rappresentati.

Cosa fa la commissione Juri?
Ha il compito di interpretare e applicare il diritto dell'Unione Europea e il diritto internazionale, di armonizzare gli atti dell'Unione europea al diritto primario, in particolare la scelta delle basi giuridiche e il rispetto dei principi di sussidiarietà e proporzionalità. Procede con la semplificazione del diritto comunitario, in particolare le proposte legislative per la sua codificazione ufficiale e tutela i diritti e le prerogative del Parlamento, compresa la sua partecipazione a ricorsi dinanzi alla Corte di giustizia e al Tribunale di primo grado. Le attività che interessano l'ordinamento giuridico degli Stati membri si riferiscono al diritto civile e commerciale, delle società, della proprietà intellettuale e del diritto processuale. Prende le misure relative alla cooperazione giudiziaria e amministrativa in materia civile e ha la responsabilità ambientale e si occupa di tutte le questioni etiche connesse alle nuove tecnologie. Ha in custodia lo statuto dei deputati e del personale delle Comunità europee, difende i privilegi e le immunità nonché verifica i poteri dei deputati e si occupa dell'organizzazione e lo statuto della Corte di giustizia. Infine, collabora con l'Ufficio per l'armonizzazione nel mercato interno.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo