crepuscolo-euro-germania-2.jpg


Ormai lo sanno tutti e l'argomento è stato sdoganato a livello istituzionale negli Stati Uniti: l'Euro è la reincarnazione del marco tedesco svalutato a dismisura per favorire un solo Paese. Un progetto studiato, voluto e attuato per rendere la Germania l'economia egemone dell'intera Europa. Se ne stanno accorgendo anche tra i confini nazionali, naturalmente mesi e anni dopo il Movimento 5 Stelle.

Oltreoceano arriva un affondo ancora più chiaro: "La Germania sta usando un Euro "esageratamente sottovalutato" per "approfittarsi" degli Stati Uniti e dei suoi partner europei". Lo ha affermato Peter Navarro, il numero uno del consiglio nazionale per gli scambi commerciali della Casa Bianca, in un'intervista al Financial Times. Navarro definisce la Germania come uno dei maggiori ostacoli all'accordo commerciale fra gli Stati Uniti e l'Europa (ha anche dichiarato morto il TTIP, nel mentre).

D'altronde, non ce ne vogliano gli americani, non ci voleva Donald Trump per accorgersi di questa distorsione: il Movimento 5 Stelle da anni ripete che il mostruoso surplus tedesco - che ha raggiunto quota 300 miliardi di Euro all'anno - è dovuto a una moneta volutamente sottovalutata. Che sta scientificamente distruggendo i sistemi economici e sociali del Sud Europa e, di conseguenza, imponendo politiche d'austerità fuori da ogni logica che non fanno altro che aggravare una situazione già compromessa.

Il commento di Marco Valli, portavoce M5S al Parlamento europeo: "L'Euro non è una moneta comune, ma è un progetto politico, che ha solamente bloccato i cambi, agevolato l'economia tedesca, creando distorsione competitiva in UE e nel mondo. Il danno economico sociale è incalcolabile.

I tedeschi mettano subito sul piatto almeno 200 miliardi l'anno per investimenti nelle aree depresse dell'Eurozona per assorbire gli schock creati dal cambio fisso, o l'unica soluzione sostenibile sarà concordare un ritorno alle valute nazionali. Non possiamo permettere che questo trattamento iniquo e illegittimo continui sacrificando generazioni di giovani e umiliando popoli per salvare un'unione monetaria profondamente ingiusta.

Urge concordare una strategia comune di ritorno alle valute nazionali prima che un Paese decida unilateralmente e democraticamente di abbandonare il ricatto dell'Euro a trazione tedesca".

euro_dollaro-svalutazione.jpg
Questo grafico, tratto da uno studio di Morgan Stanley, spiega come l'Euro crei distorsioni: per la Germania è svalutato del 30% e a tempo indeterminato, rispetto al valore della propria economia. Una divisa tedesca quoterebbe oggi a 1,49 dollari.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo