Il #RapportoDogane si fa strada: presentati gli emendamenti

rapportodogane_m5s_porti.jpg


Il #RapportoDogane arriva nella Commissione Commercio Internazionale del Parlamento europeo. I gruppi politici hanno presentato i loro emendamenti e quasi tutti vanno nella direzione che avevamo tracciato.

Vogliamo che procedure e controlli siano omogenei e creino una competizione sana tra porti e aeroporti nei diversi Stati membri. Vogliamo combattere la contraffazione e difendere l'eccellenza del Made in Italy dagli attacchi della concorrenza sleale. Per questa ragione abbiamo organizzato un tour nei porti di Genova, Trieste, Taranto e Palermo dove abbiamo raccolto le preziose segnalazioni degli operatori del settore.

Il voto nella Commissione Commercio Internazionale è previsto a Marzo, mentre il testo dovrebbe arrivare in aprile in plenaria a Strasburgo per la discussione e il voto finale. Ecco l'intervento in aula di Tiziana Beghin, relatrice per il gruppo Efdd - Movimento 5 Stelle Europa del Rapporto Dogane.


di Tiziana Beghin, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa.

"Ho ricevuto 126 emendamenti al mio rapporto e ne sono estremamente felice, perché dimostrano l'ampio interesse di questa commissione per la questione delle dogane. Il nostro non è un argomento di secondaria importanza perché il buon funzionamento della nostre dogane è il pilastro della politica commerciale comune e il loro funzionamento uniforme è essenziale affinché essa sia davvero una politica unica.

Come sapete, la frammentazione delle politiche europee genera sempre fenomeni di free riding che mettono in difficoltà cittadini e imprese, soprattutto le PMI, ma anche alla difesa della produzione in Europa che è messa a rischio dalla contraffazione e dal commercio illecito.

Contemporaneamente al termine per la presentazione degli emendamenti, ho completato una serie di visite e incontri nei porti europei e italiani, per cercare di capire meglio la situazione attuale e confrontarmi con i lavoratori del settore e gli stakeholder.

Come vi ho accennato in passato, i porti europei si fanno concorrenza tra loro per attirare merci dai Paesi terzi non solo sulla base della loro efficienza, ma approfittando anche delle lacune nelle regole e nelle leggi tra un Paese e l'altro o non rispettandole affatto.

Il fenomeno ha quindi una doppia faccia: quella degli importatori e esportatori che prediligono un porto a un altro per la minore portata dei controlli e quella dei porti che competono correndo sul filo della legalità per incitare questi comportamenti.

Sono molto contenta di rintracciare questa preoccupazione nei vostri emendamenti, così come ho potuto notare la vostra sensibilità per la tutela delle PMI e la semplificazione dei carichi burocratici.

Dei 126 emendamenti ricevuti solo pochissimi non mi vedono favorevole, ma sarò molto attenta a discuterne ampiamente nelle prossime riunioni. Molti altri emendamenti, invece, mi trovano estremamente d'accordo: la necessità di fornire informazioni specifiche sul tipo di controlli effettuati in dogana (presentato da S&D), il bisogno di armonizzare le tipologie di controlli (presentato da ALDE) o il coinvolgimento del settore privato (presentato da ECR). Condivido inoltre la necessità di informatizzare e rendere interoperabili i sistemi di controllo fornendo le necessarie risorse economiche per farlo (emendamenti presentati da PPE e S&D), come anche l'esigenza di stimare l'impatto della diversione dei flussi commerciali dovuta alla scelta di un porto più conveniente, ma geograficamente più lontano (presentato da Verdi).

Infine, in alcuni emendamenti che accolgo con molto piacere, si evidenzia l'importanza del ruolo delle dogane nel verificare che i processi relativi al dovere di diligenza (la due diligence) siano rispettati. Quindi colleghi, vi cedo volentieri la parola e sono sicura che arriveremo a smussare le piccole differenze e a trovare un ottimo testo di compromesso da presentare alla Commissione per risolvere questo problema che, in maniera diversa, colpisce tutti i cittadini europei. Vi ascolterò con attenzione. Grazie".


Per approfondire visita il sito dedicato al #RapportoDogane

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo