dito-love-affari-bail-in-grillo-m5s-movimento-banche-risparmiatori-truffati.JPG

In foto L.O.V.E., comunemente nota come "Il Dito", una scultura posta al centro di piazza degli Affari a Milano.

Vi ricordate quando Renzi, dopo aver purgato migliaia di risparmiatori col bail-in, dichiarava che "non era colpa sua o del PD, perché ce lo aveva chiesto l'Europa"? Mentiva, mentono oggi e vi mentiranno ancora in futuro. Gli impresentabili Partito Democratico e Forza Italia nella loro forma europea hanno deciso di tradire ancora una volta i loro elettori bocciando la proposta del Movimento 5 Stelle per eliminare la famigerata direttiva sul risanamento e la risoluzione delle banche (BRRD, che contiene appunto il bail-in).

Il riferimento è ai quattro emendamenti chiave presentati dal Movimento 5 Stelle e contenuti all'interno del report "Unione bancaria - Relazione annuale 2016". Il meccanismo messo in piedi con la "Banking Union" ha già ampiamente mostrato le sue fragilità non solo nel caso della supervisione - che è miope e discriminatoria nel processo di valutazione bancarie non solo tra banche ma anche tra Stati Membri -, ma anche in quella della risoluzione. E questo è apparso evidente con l'applicazione del bail-in, un meccanismo distorsivo per depositanti e risparmiatori, peraltro insufficiente per la risoluzione bancaria ed in grado di acuire pericolosamente le crisi tramite l'effetto contagio.

Va precisato che il rapporto che si è votato non ha valore legislativo; si tratta di un "INI report", ovvero di uno strumento con cui il Parlamento europeo indirizza proposte future delle Commissione europea. Chiaramente, visti i temi trattati anche a livello nazionale, la cosa acquisisce un valore politico notevole anche alla luce del fatto che l'applicazione del bail-in in Italia ha generato i disastri che conosciamo.

I tre emendamenti parlavano chiaro e non lasciavano spazio a interpretazioni. Ve li riportiamo:
- 14 bis. sottolinea che l'attuale quadro di vigilanza si è rivelato fortemente orientato ad affrontare il rischio di credito ignorando completamente i rischi sistemici associati all'esposizione ad attività di livello 3; deplora che le prove di stress eseguite dalla BCE, di concerto con l'ABE, abbiano portato all'ingiusta penalizzazione dei modelli di banche commerciali a vantaggio delle grandi banche d'investimento concentrate in attività di negoziazione speculativa, che rappresentano il rischio più grave per la stabilità finanziaria, dimostrando in tal modo di non essere affidabili né complete ed esacerbando le asimmetrie tra i sistemi bancari nazionali.

- 17 bis. chiede una riforma strutturale del settore bancario basata su una separazione chiara e obbligatoria tra attività commerciali e di investimento, sulla scorta del modello della Legge Glass-Steagall; sottolinea che si tratta dell'unico modo per risolvere in modo efficace il problema degli istituti "troppo grandi per fallire" e scongiurare la necessità di "bail-out".

- 49 bis. si rammarica del fatto che l'applicazione delle norme di bail-in pone un onere sproporzionato e iniquo a carico degli investitori al dettaglio e dei risparmiatori, circostanza che è altresì in contrasto con la tutela del risparmio garantita dalle costituzioni nazionali di diversi Stati membri; rileva inoltre con preoccupazione che le norme vigenti possono portare a crisi sistemiche, diffondendo il panico tra gli investitori e comportando quindi massicce fughe di capitali verso banche "troppo grandi per fallire", pur non riuscendo a scongiurare la necessità di bail-out; chiede pertanto l'immediata abrogazione della direttiva sul risanamento e la risoluzione delle banche (BRRD).

- 55 bis. chiede un sistema di assicurazione dei depositi che contempli tutti i depositi grazie a un meccanismo di sostegno credibile, pienamente garantito da una banca centrale che funga da prestatore di ultima istanza.

Ricordatevi di tutto questo la prossima volta che sarete chiamati a votare. Questi sono i signori che, con il loro atteggiamento supino e schiavi della loro stessa propaganda, stanno svendendo l'Italia e i vostri risparmi. Oltre che distruggendo l'Europa.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo