czexit-repubblica-ceca-euro-grillo-valli-m5s.jpg

di Marco Valli, EFDD - M5S Europa

"La Repubblica Ceca che si sgancia dall'Euro è la dimostrazione pratica di come il vincolo di cambi fissi europeo non possa funzionare per Stati con necessità di politiche monetarie diverse. Chi ha la fortuna di poter abbandonare questo vincolo senza particolari minacce e ritorsioni, si sgancia per seguire una giusta logica economica.

Per quanto ci riguarda, partecipare all'Eurozona fa sì che venga fissato il nostro cambio con quello di altri 18 Stati, senza che vi siano i criteri di convergenza di un'area valutaria ottimale. Quindi pur avendo necessità di politiche monetarie diverse, adottando l'Euro la politica monetaria è una sola per 19.

Gli squilibri economici e di competitività, che sono conseguiti all'introduzione della moneta unica e del regime dei cambi fissi, stanno colpendo duramente i Paesi periferici e le rispettive economie. Il modo più semplice per ripristinare la logica economica sarebbe far fluttuare i cambi.

Ma l'Euro è, per chi lo governa, uno strumento politico irrevocabile, il vincolo più grande sancito nei trattati. Che unito agli altri vincoli economici crea il contesto d'austerità e ricatto, utilizzato per condizionare le scelte degli Stati, guidati da questa Unione Europea fondata nel conflitto d'interessi tra politica e mercato.

Un progetto che ha ben poco a che vedere con l'idea d'Europa prospera e cooperativa che auspicano i cittadini comuni del ceto medio morente. Che se non ascoltato cercherà soluzioni politiche sempre più drastiche".

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo