Dialogo con il prossimo Presidente francese

lepen-macron.jpg


Il ballottaggio per la scelta del nuovo presidente francese sarà tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen. Le previsioni della vigilia sono state rispettate. Per la prima volta nella storia della Quinta Repubblica, nessuno dei due candidati dei grandi partiti di centrosinistra - i socialisti - e di centrodestra - i Républicains - va al ballottaggio per l'Eliseo. I partiti tradizionali non sono più in grado d'intercettare la fiducia dei cittadini. Questo è un primo dato politico da tenere in considerazione.

Un altro dato rilevante è quello del risultato di Jean-Luc Melenchon, che ha raccolto il 19,64% delle preferenze con una posizione su alcuni temi simile a quella della Le Pen, in particolare sul fronte della politica commerciale (entrambi sono contro Ceta e Ttip) e della critica alla costruzione dell'Unione europea. Quest'ultimo, al momento, non ha dato indicazioni di voto sul ballottaggio.

Fra due settimane i francesi sceglieranno il loro Presidente e questa scelta dovrà essere rispettata da tutti. Non saranno né il terrorismo mediatico né quello dei mercati a condizionare il popolo francese. I cittadini hanno già dimostrato di non credere alle bugie di chi dice: "se non va così, sarà un disastro per l'Europa". Una cosa è certa: la disastrosa gestione di Sarkozy e Hollande è stata archiviata, due Presidenti che hanno contribuito ad affondare l'Europa e a spingere la Francia verso un cieco interventismo militare che ha contribuito a causare le pressioni migratorie sull'Italia. Non dimentichiamo la guerra in Libia nel 2011 e gli interventi in Mali, Costa d'Avorio e Repubblica Centrafricana. Il MoVimento 5 Stelle dialogherà con chiunque sarà il prossimo Presidente della Repubblica francese.

Per completezza d'informazione e a conferma della sbalorditiva condanna delle forze politiche tradizionali, eccovi tutti i risultati definitivi: Emmanuel Macron, En Marche! (23,9%); Marine Le Pen, Front national (21,4%); François Fillon, Les Républicains (19,9%), Jean-Luc Melenchon, La France Insoumise (19,6%); Benoit Hamon, Parti Socialiste (6,3%); Nicolas Dupont-Aignan, Debout la France (4,7%); Jean Lassalle, Résistons (1,2%); Philippe Poutou, Nouveau Parti Anticapitaliste (1.1%); François Asselineau, Union Populaire Républicaine (0,9%); Nathalie Arthaud, Lutte ouvrière (0,6%); Jacques Cheminade, Solidarité et progrès (0,2%).

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo