DIESELGATE, EVI (M5S): "RAPPORTO FINALE BUONO MA INCOMPLETO"

o-PARLAMENTO-EUROPEO-strasburgo-dieselgate-risacimento-m5s.jpg


Comunicato stampa

"Il report finale della commissione di inchiesta è un buon documento: denuncia in modo chiaro il completo fallimento dell'Europa nel garantire auto davvero pulite in circolazione nelle nostre città. Ma nella relazione finale manca un chiaro riferimento al risarcimento dei consumatori europei, trattati in maniera discriminatoria rispetto ai consumatori statunitensi. Come M5S chiediamo adeguate compensazioni anche per mezzo di class action, uno strumento purtroppo non ancora introdotto a livello europeo in modo uniforme", così Eleonora Evi, eurodeputata M5S e membro titolare nella Commissione d'inchiesta EMIS (Misurazione delle emissioni nel settore automobilistico), commenta l'approvazione da parte del Parlamento europeo della relazione finale sullo scandalo dieselgate.

"Crediamo che per evitare che si ripetano scandali di questo tipo in futuro sia necessario istituire una Agenzia Europea indipendente. Sulle emissioni è bene ricordare che il Regolamento del 2007 doveva servire proprio a migliorare la qualità dell'aria. Invece la Commissione Europea e gli Stati Membri hanno garantito decenni di impunità e una profusione di fondi ad un'industria automobilistica che ha venduto menzogne e malattie ai consumatori europei", prosegue l'eurodeputata.

"La relazione finale riconosce molti degli errori fatti e individua chiare responsabilità:
in primo luogo i tempi. La relazione riconosce che le lungaggini sono dovute all'influenza delle lobby dell'auto e alla scelta di politiche che hanno dato priorità alla tutela degli interessi industriali a scapito della tutela della salute pubblica e dell'ambiente. Inoltre è urgente e necessario esplorare tutte le possibilità di utilizzo di tecnologie di retrofitting per intervenire sulla flotta attualmente circolante, che, se non agiremo tempestivamente, rischia di rimanere tal quale per i prossimi decenni, continuando ad avvelenare l'aria delle nostre città", conclude Eleonora Evi.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo