no_ogm_exe-1.jpg

Comunicato stampa

"Siamo alle solite: oggi il Parlamento europeo si è espresso contro l'autorizzazione all'importazione di alimenti e sementi derivanti da un mais geneticamente modificato, ma la Commissione europea farà l'esatto contrario e ne permetterà l'importazione. Anche questa volta il parere dell'unica istituzione europea eletta direttamente dai cittadini verrà calpestato. E inoltre quella che doveva essere un'eccezione alla procedura sta diventando la prassi: la Commissione autorizza gli OGM senza nemmeno il sostegno dei comitati degli Stati membri. Quanto dovrà ancora durare questa ingiustificata violazione della democrazia?", così dichiara Eleonora Evi, eurodeputata M5S, dopo il voto odierno al Parlamento europeo.

"Nel caso specifico si tratta del mais geneticamente modificato Bt11 × 59122 × MIR604 × 1507 × GA21 e tutte le 20 sottocombinazioni, brevettato dalla Syngenta, resistente a due erbicidi (il glifosato ed il glufosinato) ed in grado di produrre due proteine insetticide letali per i lepidotteri (farfalle) e i coleotteri (maggiolini). In realtà nella domanda di autorizzazione, come evidenziato nella relazione di minoranza dell'EFSA, mancano completamente tutti i dati scientifici delle venti sottocombinazioni: stiamo quindi autorizzando degli OGM senza conoscerne rischi e conseguenze per la salute umana. Anche in questa occasione a prevalere è tutto tranne il principio di precauzione", così conclude Eleonora Evi, eurodeputata M5S.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo