zullo-fake-news.jpg

di Marco Zullo, EFDD - M5S Europa

Nell'ambito delle iniziative legislative dell'UE riguardanti l'implementazione del Mercato Unico Digitale, iI tema dell'informazione, della libertà di informazione, delle fake news e dell'affidabilità delle notizie sul web è sempre più attuale ed importante. Ormai molti di noi attraverso i social media sono diventati al contempo lettori ed editori di sé stessi, e questo comporta una serie di considerazioni e conseguenze a livello di diritto e di veridicità delle fonti. E poi i media online e offline, gli scenari futuri dettati dai nuovi strumenti di comunicazione che generano una sovrabbondanza di informazioni. Qualcuno scrive che troppi dispositivi a portata di mano rischiano di farci ammalare di "obesità mediatica". Per fare un esempio che rappresenti in modo eclatante l'evoluzione dell'informazione legata all'evoluzione della tecnologia ci sono voluti 126 anni dall'invenzione del telefono per arrivare a un miliardo di utenti, ma solamente 8 anni per arrivare alla stessa cifra di iscritti a Facebook (Juan Carlos De Martin, professore di ruolo presso il Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino). L'esposizione ai media quindi potrebbe rivelarsi tanto un'opportunità incredibile quanto una patologia.

La proliferazione dei media e il moltiplicarsi di attori che sino a pochi anni fa sono diventati attivi nel diffondere le informazioni hanno cambiato gli scenari dell'informazione. Appaiono così anche nuovi interrogativi giuridici, connessi alla responsabilità civile e penale delle piattaforme online. E chi ha diritto di stabilire se una notizia sia una fake news oppure no? Chi ha diritto di censura? E' giusto parlare di rimozione dei contenuti nei social media?

Questi e altri ancora saranno il tema dell'evento di domani, dove alcuni esperti di comunicazione e di informazione si interfacceranno con i cittadini presenti. Interverranno relatori d'eccezione come Guido Scorza, avvocato e docente di diritto delle nuove tecnologie, la giornalista di inchiesta Petra Reski, Bruno Zambardino direttore dell'osservatorio sui media, l'amministratore delegato dell'EMMA, The European Magazine Media Association, Max Von Abendroth, il responsabile politiche pubbliche Google Italia Diego Ciulli e Thomas Myrup Kristensen, Managing Director EU Affairs di Facebook.

La diretta dell'evento:

La locandina dell'evento:
zullo-evento-fake.jpg

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo