cantiere_delrio_m5s.jpg


di Rosa D'Amato, Efdd - MoVimento 5 Stelle Europa


"Il Ministro Delrio conosce molto poco la realtà siciliana. Vuole finanziare un nuovo studio per il ponte sullo Stretto e promette soluzioni fuori dalla realtà sui cantieri. Deliri! Sarà la febbre da campagna elettorale. Evidentemente iniziano a sentire il fiato sul collo dei cittadini. La verità è un'altra, come testimoniano queste fotografie scattate proprio ieri al cantiere del collegamento ferroviario Palermo - Punta Raisi, in via Monti Iblei, vicino allo svincolo con via Belgio.

FOTO scattate il 16 ottobre 2017 del cantiere del collegamento ferroviario Palermo - Punta Raisi




Il progetto è stato finanziato, a quanto si apprende dal portale Open Coesione, da un mix di finanziamenti europei e nazionali: il POR FESR Sicilia 2007-2013 Sicilia (per una quota di 139 milioni di euro), la Regione (50 milioni), lo Stato (i restanti 895 milioni). Il totale è di 1 miliardo e 77 milioni di euro. L'inizio dei lavori era previsto per il 22 febbraio 2008 e il termine nel 2020: 12 anni di lavori per 35 chilometri! Ciò che colpisce è il ritmo di avanzamento dei lavori dal dicembre 2012 in poi: eravamo al 23% dei pagamenti (247 milioni) e oggi, a quasi 5 anni di distanza, siamo al 29% (314 milioni) sul totale di più di un miliardo previsto. Ritardi, ritardi, ritardi...che fanno a pugni contro le promesse del Ministro.

Delrio promette che questo cantiere sarà pronto entro due mesi ma:

1) qual è il reale stato attuale di avanzamento dei lavori e dei pagamenti?
2) cosa è stato dichiarato, a proposito del progetto, nel rapporto di controllo finale del POR FESR che la Regione ha consegnato alla Commissione europea il 31 marzo 2017?
3) come mai a due anni e mezzo dalla sospensione del servizio, i siciliani subiscono solo i disservizi?"

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo