biologico-m5s-zullo-difesa-made-in-grillo-movimento.jpg


"È l'ennesimo attacco alle eccellenze agroalimentari italiane: con questo regolamento l'UE vorrebbe armonizzare tutti gli Stati membri al ribasso consentendo residui ad esempio di pesticidi all'interno di prodotti poi commercializzati con l'etichetta biologico", così commenta Marco Zullo, eurodeputato M5S, il voto della commissione Agricoltura del Parlamento europeo sul nuovo regolamento sul biologico e l'etichettatura del biologico.

"Sebbene l'Italia, anche a seguito dell'applicazione di questo mostruoso regolamento, potrà ancora mantenere le sue soglie inalterate, sarebbe comunque invasa da prodotti proveniente dal resto d'Europa che venderebbero un finto e pericolosissimo biologico. I residui che l'UE vorrebbe consentire all'interno dei prodotti sono quelli provenienti non dalla volontà dell'agricoltore, ma dall'ambiente circostante. Se dunque a pochi passi dalle coltivazioni cosiddette "biologiche" tedesche o francesi ci fossero campi irrorati con abbondante uso di glifosato, ecco che allora le cause esterne sarebbero totalmente tralasciate. Il regolamento sarà votato a gennaio a Strasburgo. Faremo di tutto per salvaguardare il settore e invitiamo il Governo a muoversi celermente e battersi ad ogni livello istituzionale possibile", aggiunge Zullo.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo