"La bomba sociale la sta creando il Condannato Berlusconi con il suo alleato Salvini. Lo scorso 16 novembre Forza Italia ha votato al Parlamento europeo la riforma del Regolamento di Dublino che obbliga l'Italia a gestire tutti i migranti economici arrivati nel nostro Paese. Per loro non è previsto nessun ricollocamento, nessuna solidarietà europea, nessuna condivisione degli oneri legati alla gestione dell'immigrazione. La Lega ha cambiato in corsa il suo voto e si è astenuta. È quello che aveva dichiarato in campagna elettorale la Merkel", dichiarano i parlamentari europei del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao e Laura Ferrara.

"Nel 2016 in Italia le domande di asilo sono state 123.000 ma il 61% di queste sono state negate. Questo significa che, se questa riforma dovesse entrare in vigore così come votata dagli uomini di Berlusconi e Merkel, oltre 75.000 migranti economici resteranno a carico dell'Italia perché i rimpatri sono difficili visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza. Accordi che, quando era al governo, Berlusconi non ha mai firmato perché era evidentemente troppo distratto dalle cene eleganti e dai bunga bunga", aggiungono i due eurodeputati.

"Il Regolamento di Dublino è la radice di tutti i mali. Forza Italia e Lega urlano per coprire il loro più grande fallimento: sono stati proprio loro a firmare nel 2003 questa vergogna quando erano al governo. Il MoVimento 5 Stelle è stato il primo a denunciare gli effetti apocalittici di questo regolamento. Bisogna stracciarlo e procedere senza se e senza ma verso i ricollocamenti obbligatori di tutti i migranti finora sbarcati", concludono Ignazio Corrao e Laura Ferrara.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo