api_insetticidi.jpg


comunicato stampa

"Oggi si conclude positivamente un percorso iniziato nel 2013 che regala all'Europa limiti più stringenti verso tre insetticidi dannosi per le api e, dunque, per l'intero ecosistema. I neonicotinoidi sono i maggiori responsabili della progressiva scomparsa delle api. Accogliamo con favore il fatto che gli Stati membri, tra cui anche l'Italia, si siano assunti le loro responsabilità e si sia così potuta raggiungere la maggioranza qualificata necessaria all'adozione di queste proposte", così in una nota i parlamentari europei del Movimento 5 Stelle Piernicola Pedicini, Eleonora Evi e Marco Zullo commentano la decisione delle rappresentanze degli Stati membri dell'UE che hanno deciso il bando di tre pesticidi neonicotinoidi.

"I tre insetticidi sono stati brevettati circa quarant'anni fa rispettivamente da Bayer e Syngenta. Le due multinazionali, colpite nel loro business, hanno addirittura deciso di fare ricorso presso la Corte di Giustizia dell'UE contro il divieto. Questo procedimento è ancora in corso ma siamo certi non porterà a nulla. Il 28 febbraio 2018, infatti, l'EFSA ha aggiornato le proprie valutazioni del rischio relativamente alle tre sostanze sotto esame e ha confermato che il loro uso rappresenta un rischio per le api selvatiche e quelle mellifere. Ci impegneremo per ottenere risultati analoghi anche per altre sostanze attive pericolose contenute nei pesticidi e, in questo, il lavoro che stiamo portando avanti in Commissione pesticidi ci offre un'opportunità che dobbiamo saper sfruttare al meglio", conclude la nota.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo