moscovici--2-thumb-large-oettinger.jpg


In Italia il processo di formazione di un nuovo governo è ancora in corso "vedremo a cosa porta e quando ma sarebbe inammissibile speculare e soprattutto interferire", ha affermato il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici. "Quello che è chiaro è che c'è la democrazia in azione e saranno gli italiani a dover scegliere il loro destino". "Deve prevalere la democrazia, solo quella è la nostra legge comune", ha insistito l'eurocommissario.

Ringraziamo il commissario europeo agli Affari economici per le sue parole in difesa della democrazia e del voto libero di tutti i cittadini. Il 4 marzo gli italiani hanno scelto il cambiamento. Tutti devono rispettare questa volontà. L'Europa è il Continente in cui la democrazia è più forte. Nessuno - né qualche grigio burocrate, né qualche avvoltoio della finanza - può pensare di spezzare il legame fra i cittadini e i suoi rappresentanti. Moscovici ammette che avevamo ragione. Constatiamo, e ce ne rallegriamo, che Oettinger è isolato.

Le sue parole intollerabili sono state infatti la prova che c'è qualcuno, in Europa e soprattutto in Germania, che pensa che i mercati siano sopra la volontà del popolo. Niente di più sbagliato e niente di più lontano da quello che dovrebbe essere l'Europa, almeno da come era stata disegnata e immaginata dai padri fondatori. Purtroppo rimane il sospetto che qualcuno abbia gettato la maschera, rompendo il giochino di chi vorrebbe piegare i popoli alla volontà di qualche élite.

Guarda anche ...


Titolo