Gli eco imprenditori italiani al Parlamento Europeo

eco-futuro-2018-tamburrano-m5s-movimento.jpg

di Dario Tamburrano, EFDD - M5S Europa

L'anteprima del festival Ecofuturo si svolge al Parlamento Europeo. Saranno nostri ospiti gli imprenditori italiani, che illustreranno alcune innovazioni tecnologiche per l'economia circolare già trasformate in prodotti affidabili. Si parlerà fra l'altro delle soluzioni per riportare in equilibrio fra cielo e terra l'anidride carbonica, il principale responsabile dell'effetto serra: riutilizzare la CO2 delle emissioni industriali all'interno di altri processi produttivi (serre, bibite gasate, plastica...) e stoccare nel sottosuolo quella di troppo nell'atmosfera grazie ai doppi raccolti o anche alla canapa, una coltura che, oltre ad essere particolarmente utile in questo senso, ha molteplici impieghi: fibre tessili, carta, bioplastiche, materiali per l'edilizia.

Verranno presentate fra l'altro le case "ecosicure", cioè antisismiche, in legno, a basso consumo di energia ed alimentate da rinnovabili; e l'ecodragaggio a circuito chiuso, che recupera i sedimenti in eccesso nei porti e nei canali e li ripulisce trasformandoli in sabbia disponibile per nuovi impieghi.

La quinta edizione di Ecofuturo, il festival dell'eco innovazione, è in programma a Padova dal 18 al 22 luglio. L'anteprima di Bruxelles avrà come unico relatore straniero il belga Gunter Pauli, fondatore della "blue economy" che va oltre la riduzione dell'impatto tipica della "green economy". Si ispira infatti agli ecosistemi che - in un eterno circolo - trasformano ogni cosa senza produrre rifiuti né generare crisi.

Davanti a Parlamento Europeo ci sarà un'auto diesel adattata per utilizzare come carburante anche il biometano ricavato dai rifiuti organici: emissioni ridotte senza rottamazione, che è un'operazione molto inquinante quando accorcia il ciclo di vita di veicoli ancora ben funzionanti per produrne di nuovi. Subito dopo, l'auto partirà per il viaggio di collaudo che la porterà fino a Pechino.

Per far rifiorire il Parlamento Europeo, verranno ridistribuite agli eurodeputati bustine di Biwi, il concime stallatico che non puzza. Proviene dagli avanzi di lavorazione del biogas prodotto con il letame delle mucche da latte.

QUI LA DIRETTA:

Guarda anche ...


Titolo