plastica_m5s_battaglia.jpg

di Piernicola Pedicini, EFDD - M5S Europa

L'inquinamento dei mari è un problema
a cui bisogna dare una risposta globale.
Secondo il WWF, ogni anno 8,8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani, e si calcola che entro il 2050 nei mari ci sarà più plastica che pesci.

Sono quindi necessarie diverse azioni per fronteggiare questo problema con la prevenzione e la riduzione dei rifiuti a partire dagli oggetti in monouso fino agli attrezzi da pesca in plastica. Per far fronte a questa emergenza, stiamo lavorando sulla messa al bando del monouso per il quale sono facilmente disponibili soluzioni alternative.

Gli Stati Membri potranno fissare obiettivi nazionali di riduzione, mettendo a disposizione prodotti alternativi o impedendo che i prodotti di plastica monouso vengano forniti gratuitamente. I produttori dovranno contribuire a coprire i costi di gestione dei rifiuti, come pure i costi per informare i consumatori sull'impatto ambientale del monouso e su come smaltirli correttamente.

Inoltre, entro il 2025, gli Stati membri dovranno raccogliere il 90% delle bottiglie monouso per bevande, mentre alcuni prodotti dovranno avere un'etichetta chiara che indicherà come smaltirli, il loro impatto negativo sull'ambiente e il loro contenuto in plastica.

Non abbiamo più tempo da perdere, le soluzioni per un mondo senza plastica usa e getta ci sono, dobbiamo soltanto metterle in atto.

Guarda anche ...


Titolo