L'immigrazione è una sfida che deve essere europea

minniti_immigrazione_onu_m5s.JPG

di Fabio Massimo Castaldo, EFDD - M5S Europa


L'immigrazione è una sfida che deve essere europea e come tale va affrontata. La crisi migratoria è solamente il sintomo di una malattia molto più grave: se vogliamo una soluzione sostenibile non possiamo esimerci dall'affrontarne le cause più profonde.

Queste cause vanno ricercate non solo nei paesi costieri africani ma più a sud, nell'Africa Subsahariana, dove ci sono alcuni dei paesi più poveri del pianeta, dove dittatori fanno il bello e il cattivo tempo e dove potenti multinazionali occidentali hanno per anni razziato le risorse locali. E' qui che troviamo la disperazione, il disagio sociale, la disoccupazione, la guerra e la povertà: quei fenomeni che convincono le persone ad affrontare impossibili viaggi della speranza verso nord.

Serve innanzitutto una assunzione di responsabilità, serve un piano per l'Africa con la partecipazione di tutti gli Stati Europei e che si concentri sul risolvere alla radice le cause profonde che portano alla migrazione.

Progetti volti alla creazione di lavoro, rispettosi dell'ambiente, delle comunità locali, a sostegno delle piccole e medie imprese, così come programmi di mobilità circolare che puntino a un ritorno consapevole alla propria terra d'origine di tanti giovani africani.

Progetti che ridiano a un popolo intero la speranza e l'orgoglio per la propria terra.

L'Africa è lo specchio delle nostre ambizioni e soprattutto dei nostri principi. A noi decidere l'immagine che vogliamo vedere riflessa.


Guarda anche ...


Titolo