Valli_m5s.jpg


comunicato stampa

"L'Europa ha perso una buona occasione per dimostrare di essere vicina a tutti i cittadini. Tutti gli emendamenti per ottimizzare e contenere le spese amministrative nelle Istituzioni sono stati oggi respinti dalla Commissione Bilancio del Parlamento europeo. Avevamo presentato proposte di taglio a sprechi e privilegi per quasi 900 milioni, erano proposte di buon senso, ponderate e motivate per dare un segnale ai cittadini. Prima di chiedere aumenti di contribuzione, ci aspettiamo dall'Unione europea spending review e lotta contro le inefficienze interne", così dichiara l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Marco Valli.

"Dal bilancio UE 2019 ci sono però anche timide aperture. Siamo soddisfatti dei maggiori stanziamenti per Garanzia giovani, il Corridoio Mediterraneo e le PMI. Riproporremo i nostri emendamenti sul taglio dei costi in Plenaria e speriamo che il 24 ottobre, data del voto a Strasburgo, alcuni deputati si mettano una mano sulla coscienza e votino per un bilancio più equo", conclude Valli.

Guarda anche ...


Titolo