UE, AGEA A TSIPRAS: L'EUROPA SI SCUSI CON IL POPOLO GRECO

agea.png

comunicato stampa

"L'Europa è stata crudele con i greci. Dal Parlamento europeo, l'unica Istituzione eletta dai cittadini, voglio chiedere scusa al popolo greco per le sofferenze inferte in questi anni", così l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Laura Agea si è rivolta al premier greco Tsipras, durante il dibattito al Parlamento europeo.

"Nel futuro dell'Unione non dovrà più ripetersi un caso drammatico come quello visto nel Paese ellenico. I risultati del finto piano di salvataggio sono sotto gli occhi di tutti: povertà, disoccupazione, tagli alle pensioni, aumento di senzatetto e suicidi. Per il bene del futuro dell'Europa tutto questo non dovrà più accadere con nessun altro popolo europeo", ha aggiunto Agea.

"Il 95% dei 216 miliardi erogati fino al 2016 non sono andati a beneficio dei cittadini, ma sono finiti nella pancia delle banche private. Le privatizzazioni selvagge hanno impoverito il Paese a vantaggio di imprese tedesche e francesi. Tutto questo nel silenzio complice dell'allora governo Renzi, che nei fatti è stato il più convinto sostenitore delle scellerate politiche di austerità", così ha concluso il suo intervento l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle.


Guarda anche ...


Titolo