tizianabeghin.jpg

comunicato stampa

"Una buona notizia per tutti i produttori di vino. C'è stato un semplice errore di traduzione nelle nuove regole europee sull'etichettatura che, a una prima lettura, sembravano permettere l'etichettatura come vino italiano anche sui prodotti realizzati con l'uva straniera. Per fortuna non è così. La rassicurazione ci è arrivata direttamente da fonti della Commissione europea", così dichiara l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

"In questi giorni dai produttori di vino italiano DOC sono arrivate molte, preoccupate, segnalazioni. Indagando, insieme ai colleghi Marco Zullo e Rosa D'Amato, con la Commissione e le associazioni di categoria abbiamo scoperto che per fortuna si tratta solo di un errore di traduzione dell'atto in questione che fa sì riferimento al prodotto trasformato in Italia a partire da uve straniere, ma solamente nella versione italiana o spagnola, mentre la medesima dicitura non è presente nel testo francese o inglese. Resta comunque alta la nostra vigilanza contro ogni genere di contraffazione mascherata che possa mettere in pericolo l'eccellenza del nostro Made in", dichiara l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

Guarda anche ...


Titolo