castaldo_m5s.JPG

comunicato stampa

"Timmermans è un grande tifoso della Roma come me, quindi calcisticamente andiamo d'accordo, politicamente invece le sue dichiarazioni rilasciate oggi a Repubblica sono un evidente "fallo di nervosismo". Si avvicina il 26 maggio e quindi il "novantesimo": evidentemente i Socialisti, anche vedendo i sondaggi nei vari Stati membri, sentono che la loro Caporetto è vicina", dichiara l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo.

"A Timmermans ricordiamo che i socialisti e democratici al Parlamento Europeo hanno recentemente negoziato e tentato di far approvare un emendamento truffaldino, in gran segreto, proprio con un europarlamentare del partito di Viktor Orban per impedire la formazione dei gruppi scomodi al Parlamento europeo. Si permettono di arrogarsi il diritto di farci la morale perché portiamo a casa i risultati con un contratto di governo, e poi si alleano con chi nega i diritti dei cittadini? Proprio con coloro che hanno spesso fatto finta di criticare? La verità è che Socialisti e Popolari hanno governato insieme l'Europa negli ultimi venti anni, e non nascondono di voler continuare a farlo a qualsiasi prezzo: come dimostra il tentativo di modifica del regolamento del Parlamento Europeo, sono disposti ad avallare qualsiasi sotterfugio pur di restare in sella.
Ma i cittadini sanno bene chi è il responsabile della macelleria sociale imposta alla Grecia e ai paesi del mediterraneo. Spazzeremo via questo Patto del Nazareno europeo che danneggia i cittadini europei e l'Italia", aggiunge Castaldo.

"Anziché riconoscere i meriti del Movimento 5 Stelle che con il reddito di cittadinanza sta seriamente lottando contro la povertà e per la riqualificazione di milioni di disoccupati travolti dalla crisi e da una globalizzazione mal gestita, Timmermans spieghi perché i Socialisti hanno fatto da stampella alla peggiore austerity approvando al Parlamento europeo regolamenti e direttive che hanno portato, direttamente o indirettamente, a tagli a istruzione, sanità e alla chiusura dei piccoli ospedali e tribunali. Loro hanno fallito, adesso bisogna dare spazio al cambiamento incarnato dal Movimento 5 Stelle", conclude Castaldo.

Guarda anche ...


Titolo