autostrade_consumosuolo.jpg


di Eleonora Evi, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa


"Al Parlamento europeo sono state discusse le petizioni dei cittadini che riguardano il nord di Milano e della Lombardia. Tre petizioni che si battono contro la costruzione o l'ampliamento di centri commerciali che vanno a peggiorare la già grave situazione dell'inquinamento atmosferico e del consumo di suolo nella Regione Lombardia".

VIDEO. Ascolta le ragioni di chi ha presentato la petizione al Parlamento europeo. Noi siamo dalla parte dei cittadini.



Michaela Piva, consigliera comunale di Arese

"Oggi abbiamo aggiornato la Commissione europea sulla petizione che riguarda l'ampliamento del centro commerciale di Arese. Il progetto è in discussione per il carico veicolare in aumento, la discutibilità di una pista da sci indoor a 50 km dalle Alpi e i dati ambientali, che purtroppo non abbiamo. Il dibattito ha suscitato interesse per quest'ultima parte. Abbiamo chiesto alle istituzioni europee di stare dalla parte dei cittadini a tutela della loro salute, contro gli interessi immobiliari che guidano la speculazione su questo territorio".

Massimiliano Mantovani, consigliere comunale di Bollate

"Abbiamo chiesto alla commissione Petizioni e alla Commissione europea di bloccare la costruzione di un nuovo centro commerciale a Bollate. Il progetto coinvolge 138.000 metri quadrati di territorio attualmente verde, che attualmente contribuisce a mantenere la permeabilità del terreno in buono stato. Per questo chiediamo al Parlamento europeo e alla Commissione europea di intervenire per bloccare l'ennesimo consumo di suolo che andrà a impattare sulla salute dei cittadini".

Maurizio Zinesi, consigliere comunale di Cinisello

"Siamo qui per presentare la petizione in merito alla costruzione del centro commerciale Auchan. Si prevede che a completamento del centro commerciale il traffico veicolare sarà di un milione di auto al giorno. Più inquinamento significa più morti premature. Abbiamo chiesto alla Commissione europea che venga predisposto uno studio epidemiologico per far luce sulle cause di morte a Cinisello".

Eleonora Evi, europarlamentare Efdd - Movimento 5 Stelle Europa.
"La Commissione europea oggi ha parlato di vera e propria strage. In Italia sono 90.000 le morti premature a causa dell'inquinamento atmosferico. L'Italia è maglia nera d'Europa. Le petizioni discusse oggi denunciano le politiche portate avanti a livello locale, che consumano suolo e incrementano l'inquinamento atmosferico. Noi, come Movimento 5 Stelle, oggi anche come forza di Governo, grazie anche all'attività del ministro Costa, vogliamo guardare ad un modello di sviluppo totalmente diverso e che sia finalmente sostenibile. L'Europa, in questo, ci dà ragione".


Guarda anche ...


Titolo