trasparenza_lobby.jpg


di Isabella Adinolfi, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa


"Da lunedì si cambia. Grazie alle modifiche apportate al regolamento del Parlamento europeo, da lunedì tutte le riunioni dei lobbisti con i relatori di regolamenti, direttive e raccomandazioni dovranno essere pubblicate sul sito web del Parlamento. È una grande vittoria del gruppo Efdd - Movimento 5 Stelle che renderà i rapporti tra politici e privati più trasparenti, riducendo le possibilità di attività opache volte a influenzare i processi decisionali sulla base di interessi lontani dai cittadini.

I lobbisti sono potentissimi a Bruxelles e spesso dettano l'agenda politica a europarlamentari, funzionari europei e Commissari. Questo malcostume deve finire. Basti pensare, ad esempio, al rapporto del vicepresidente della Commissione europea Katainen con Barroso, ex presidente della stessa Istituzione, ora presidente non esecutivo e advisor della banca d'affari Goldman Sachs.

Questo caso è forse quello più eclatante, ma non è di certo l'unico: secondo una indagine di Transparency International, già dal 2017, il 50% degli ex Commissari lavoravano per potentissime lobby del settore privato, tra cui Bank of America e Volkswagen. È chiara l'urgenza di imporre un vero e proprio cambio di rotta in favore della trasparenza in questo tipo di relazioni.

A livello europeo esiste un "Registro di Trasparenza" sul lobbismo che, attualmente, presenta numerose lacune e a cui si aderisce solo su base volontaria. Dopo anni di battaglie c'è stata finalmente una prima svolta, ma non basta: è essenziale lavorare per la realizzazione di un nuovo registro di trasparenza, la cui negoziazione si è purtroppo al momento arenata soprattutto a causa delle reticenze del Consiglio.

Gli interessi dei cittadini vengono prima di quelli di qualche lobby
, ecco perché la nostra battaglia non si ferma. Vogliamo far emergere questo mondo sommerso e fare pulizia nelle istituzioni che si definiscono democratiche ma poi, al banco di prova, mostrano tutte le lacune di un sistema che non tutela i veri interessi degli europei. Il cambiamento avanza e a maggio sarà inarrestabile".

Guarda anche ...


Titolo