tamburrano_m5s.jpg

comunicato stampa

"L'Italia non sarà più una Cenerentola digitale. I 2.000 cantieri per la banda ultra larga che si apriranno nel 2019 le consentiranno di uscire dalla penultima posizione nella classifica dell'UE", così l'europarlamentare del Movimento 5 stelle Dario Tamburrano commenta gli esiti della Terza giornata dedicata al Piano Nazionale della Banda Ultralarga svoltasi ieri, mercoledì 6 febbraio, al ministero dello Sviluppo Economico.

"Sui 28 Stati UE, l'Italia nel 2018 è risultata solo ventisettesima per la diffusione della banda ultra larga e venticinquesima per indice di digitalizzazione. Finalmente, con il governo del cambiamento, si comincia a colmare il digital divide - la disparità nelle possibilità di accesso ai servizi telematici - che esiste all'interno dell'Unione Europea: senza dimenticare il contributo dato dal fervente mondo delle reti mesh alla connettività nelle aree marginali e rurali dell'Italia, dove gli investimenti sono meno convenienti", aggiunge Tamburrano.

"Non è l'unico segnale concreto di un cambio di marcia: con il Governo del Cambiamento l'Italia è entrata nel partnerariato europeo per la blockchain e ha creato la task force per elaborare una strategia nazionale sull'intelligenza artificiale", conclude Tamburrano.

Guarda anche ...


Titolo