castaldo_m5s.JPG

comunicato stampa

"Le elezioni politiche e presidenziali in Tunisia, che dovrebbero tenersi nell'autunno 2019, rappresentano una tappa fondamentale per il consolidamento della democrazia nel Paese. In qualità di Capo Osservatore dell'UE delle recenti elezioni municipali del 2018, non posso che accogliere con grande soddisfazione l'elezione, tanto a lungo auspicata, dei Membri e del Presidente dell'Istanza Indipendente per le Elezioni (ISIE), prevista dalla Costituzione. Si tratta di un passaggio imprescindibile al fine di garantire il pieno rispetto delle procedure elettorali e, soprattutto, per confermare la tempistica delle importanti scadenze elettorali che attendono quest'anno la Tunisia.", dichiara Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, e relatore del Parlamento europeo del rapporto di iniziativa sulle relazioni dell'UE con la Tunisia.

"La Tunisia ha ancora importanti sfide da vincere, in primis quella economica e sociale. Ma queste sfide possono essere vinte soltanto da un sistema pienamente democratico, che sia corrispondente alle aspettative della società civile e dei cittadini. Auspichiamo quindi che qualunque sarà il colore del nuovo esecutivo, la spinta riformistica e la messa in funzione di tutte le Istituzioni costituzionalmente previste saranno annoverate tra le massime priorità della sua agenda di governo. In qualità di Vice-Presidente del Parlamento europeo, confermo l'impegno del Parlamento Europeo, dell'intera Unione e dei suoi Stati membri al fianco del popolo tunisino. L'Italia in particolare è da sempre un paese amico della Tunisia, fortemente impegnato nella costruzione e nella difesa di un asse politico mediterraneo", conclude Castaldo.

Guarda anche ...


Titolo